Chatbot, l’AI per far quadrare i conti aziendali

Come risparmiare con Chatbot

In molti lo scelgono al posto di un consulente finanziario. Ma ne sarà davvero all’altezza? Un Chatbot è un’interfaccia di conversazione mossa da un’intelligenza artificiale, che, a quanto pare, può risultare molto utile per chi desidera far quadrare il bilancio aziendale. Grazie a questo mezzo, infatti, non sarà necessario avere competenze nell’ambito dell’amministrazione finanziaria per tenere sotto controllo l’aspetto economico della propria azienda. Ogni imprenditore potrà limitarsi a svolgere il suo ruolo dirigenziale: per quanto riguarda la gestione di spese e risparmi potrà avvalersi di questo preziosissimo strumento.

Come risparmiare con Chatbot

Come risparmiare con Chatbot

Ma come funziona un Chatbot? Ed in che modo può esserci d’aiuto nella gestione delle nostre finanze aziendali?

La prima cosa da fare è collegare l’interfaccia di conversazione ad un conto bancario. Grazie alla piattaforma grafica di questa sorta di robot virtuale e all’open banking è possibile dialogare con il bot ed avere una reale assistenza finanziaria.

Le operazioni che si possono effettuare sono svariate. Anche perché il settore è in rapido sviluppo e in rete ci si può relazionare con diversi tipi di Chatbot. Sono molte le società informatiche che hanno investito in questo strumento di intelligenza artificiale. Anche in Italia. Per capire meglio di cosa si tratta e come funziona, nel dettaglio, un bot, di seguito esamineremo il primo “modello” messo sul mercato: Plum.

Plum, la prima AI di Facebook

 Plum, la prima AI di Facebook

Prendiamo il caso specifico di Plum, il primo Chatbot messo a disposizione da Facebook. Realizzato grazie all’operato di Victor Trokoudes (TransferWise) e Alex Michael (Tictail), questo Chatbot è stato programmato per apprendere le abitudini finanziarie degli utenti che lo utilizzano. E per svolgere alcune operazioni sulla base di questi dati.

In maniera del tutto automatizzata, il sistema di intelligenza artificiale riesce a tracciare una precisa analisi delle spese del proprietario del conto bancario. E non è tutto. Deposita autonomamente delle cifre sul conto risparmi dell’utente.

Effettuando delle stime statistiche sulle operazioni finanziarie svolte in un periodo che va dai tre ai dodici mesi, inoltre, Plum riesce a fornire una previsione dei risparmi per il futuro. Niente male, no?

Per avere altre informazioni sull’interfaccia Chatbot, o per farti consigliare da un professionista riguardo alla strategia di marketing più adatta alla tua azienda, compila il campo CONTATTI del nostro sito e premi il tasto invio. Ogni tuo dubbio verrà esaurito in breve tempo e potrai ricevere un preventivo gratuito di ogni servizio – inerente all’ambito del marketing e della comunicazione – di cui hai bisogno.

Commenti Facebook


2019 © Osservatorio-opg.it - All rights reserved.