Come è cambiato il retail

Come è cambiato il retail

Le statistiche dicono che gli italiani trascorrono in media 3 ore e mezzo al giorno a guardare il cellulare. Ma si tratta solo di un gesto passivo, oppure no? Ed il mondo del retail è influenzato da questa pratica? La risposta è sì.

Alcune ricerche dimostrano, infatti, che anche quando l’acquisto non viene effettuato direttamente online, l’italiano medio tende a ricercare un prodotto in rete prima di acquistarlo.

Quindi, meglio un negozio di retail fisico o uno virtuale?

Quindi, meglio un negozio di retail fisico o uno virtuale?

L’ecommerce oggi si sta affermando sempre più anche in Italia, come nei Paesi più sviluppati del mondo. Tuttavia, ci sono delle aree più “evolute” sotto questo punto di vista ed altre che lo sono di meno.

Tra i settori che vanno più forte per il retail online ci sono quelli legati alla tecnologia, alla cultura ed alla musica. Tuttavia, il settore food (finora rimasto indietro sotto questo punto di vista) è in ascesa. Una lenta ma pur presente ascesa.

Rispondendo alla domanda che abbiamo posto nel titolo di questo paragrafo – meglio un negozio fisico o uno virtualela soluzione migliore potrebbe essere la perfetta integrazione delle due opzioni.

In altre parole, a farla da padrona nella società moderna è la multicanalità. Ad essere cambiato non è soltanto il retail (vendita al consumatore finale), ma l’intero processo di vendita. Un consumer, prima di arrivare all’acquisto di un prodotto, viene influenzato cioè attraverso più canali: volantini, banner di pubblicità online, pubblicità sui social, sponsor televisivi ecc.

E’ chiaro che internet ricopra un ruolo importante all’interno del processo che porta il consumatore all’acquisto di qualcosa. Con gli strumenti che oggi abbiamo a disposizione, infatti, un utilizzo consapevole della rete può rappresentare un valido alleato per le aziende.

Come trarre beneficio da internet

Come trarre beneficio da internet

Attraverso alcuni tool – e grazie alle aziende di consulenza plurispecializzate in marketing e comunicazione che sanno come utilizzarli – è possibile tracciare l’identikit perfetto del potenziale cliente della propria azienda. E’ possibile cioè identificarne le caratteristiche principali in fatto di età, sesso, gusti e preferenze.

Una volta stabilito il target di riferimento di una data realtà imprenditoriale, un’azienda può raffinare e perfezionare la sua offerta commerciale, rendendola sempre più adeguata rispetto alle esigenze ed ai bisogni dei potenziali clienti.

 

 

Commenti Facebook


2019 © Osservatorio-opg.it - All rights reserved.