Latte e formaggio vegetale: sempre più venduti

Latte e formaggio vegetale: sempre più venduti

Mangiare il formaggio vegetale è una moda… o è aumentato il numero di persone intolleranti al latte di mucca? La risposta sta nel mezzo. E’ chiaro che la medicina sia andata avanti e che si siano fatte nuove scoperte. Ma è anche vero che l’accento posto in questi ultimi anni – dai mass media e non solo – sugli alimenti di origine vegetale salta molto all’occhio.

Non vogliamo entrare nel merito della questione, non in questo contesto. Piuttosto intendiamo soffermarci sul fatto che l’aumento del numero di consumatori di pietanze di origine vegetale sta invertendo i trend di vendita di molte aziende che si occupano di alimentazione. Dai ristoranti ai supermercati, dai centri commerciali alle piccole botteghe alimentari: il cambiamento è nell’aria.

Ma come bisogna comportarsi nei confronti di questa nuova tendenza? Come fare per tenersi a galla? E’ chiaro che alle aziende operanti in questo settore sia necessaria una nuova e ben strutturata strategia di marketing, che permetta loro di essere al passo coi tempi. Il segreto del successo sta risiede sempre nella capacità di adattamento. Non a caso, lo diceva anche un certo Darwin!

Dunque, quali sono i prodotti di cui fare rifornimento per continuare a vendere? Su cosa puntare per soddisfare i bisogni di questa nuova (ed ampia) fascia di consumatori?

Lo vedremo insieme a breve.

Quali tipi di latte vanno per la maggiore?

Quali tipi di latte vanno per la maggiore?

Il primo alimento che risente del nuovo trend di mercato è il latte UHT, cioè il latte “classico”, quello che siamo stati abituati a bere fin da bambini. Secondo alcune statistiche, infatti, pare che non siano soltanto gli intolleranti al lattosio a fare consumo di latte di origine vegetale. I dati parlano di una tendenza molto diffusa all’utilizzo di latte non animale da parte dei millennials. Nel dettaglio, un ampio campione di questa fascia di popolazione avrebbe dichiarato di aver assunto del latte vegetale almeno una volta nell’ultimo anno.

Ma quali sono le tipologie di latte vegetale maggiormente diffuse? Eccone un sintetico elenco:

  • Latte di riso
  • Latte di cocco
  • Latte di nocciole
  • Latte di soia
  • Latte di mandole

Dunque, se hai un’azienda che opera nel settore alimentare, questi prodotti non possono proprio mancare! Sarà poi competenza del reparto marketing della tua azienda (o dell’agenzia esterna specializzata in marketing e comunicazione a cui ti sei affidato) trovare una strategia di valorizzazione di questi prodotti, con menù gustosi ed innovativi – nel caso dei ristoranti – o con un’esposizione strategica di tali beni alimentari sugli scaffali del tuo negozio.

Il formaggio vegetale: trend di mercato in ascesa

Il formaggio vegetale: trend di mercato in ascesa

Anche la percentuale di consumo di formaggio vegetale sta seguendo rapidamente gli stessi sviluppi registrati dalla vendita di latte non animale. Gli istituti di ricerca Variant Market Research e Future Market Insights (FMI), infatti, si sono trovati d’accordo sulla rapida ascesa del trend. Secondo le previsioni, nel 2024 la crescita del mercato dei formaggi di origine vegetale dovrebbe far aumentare gli incassi delle aziende interessate di un totale di 3,9 miliardi di dollari.

Dai report si evince che il primo posto nella classifica per il consumo di prodotti vegan, su scala mondiale, va l’Europa. Subito dopo: Nord America, Asia e Sud America.

Ma in Italia, come stanno andando le cose? A risentire maggiormente del cambiamento di alimentazione sono le aree del nord, ma l’evoluzione dello stile alimentare si sta lentamente diffondendo anche al centro e al sud della nostra Penisola.

I sostitutivi del formaggio tradizionale più venduti in Italia sono prodotti a base di:

  • soia
  • riso
  • olio di cocco
  • mandorle
  • anacardi
  • nocciole
  • mandorle

E tu, hai mai assaggiato questo tipo di prodotti? Ma soprattutto: li vendi? Se hai bisogno di un piano di marketing strategico per permettere alla tua azienda di restare sempre sulla cresta dell’onda non esitare a contattarci. Per inviarci un messaggio e richiedere la consulenza di uno staff specializzato in marketing e comunicazione non dovrai fare altro che compilare i campi della nostra area CONTATTI. Riceverai una risposta nel giro di qualche ora.

 

 

 

Commenti Facebook


2019 © Osservatorio-opg.it - All rights reserved.