Sondaggio 2018 di Prolution sulla salute delle piccole imprese

Sondaggio 2018 di Prolution sulla salute delle piccole imprese

Prolution group analizza le piccole imprese

Anche quest’anno Prolution ha svolto un sondaggio estivo, un check-up sullo stato di salute delle Piccole Imprese Italiane.  I dati emersi dicono davvero tanto sul nostro Paese, che a oggi non è in una situazione economica propriamente rosea. Riportiamo di seguito le domande (D), seguite di volta in volta, dalle risposte:

(D) Com’è andato tendenzialmente il tuo fatturato quest’anno da settembre 2017 a oggi?

    • Il 46% degli imprenditori intervistati, praticamente la metà, ci ha confessato di vedere il fatturato “in calo” rispetto allo scorso anno

    • Un’altra parte consistente (25%) risponde “Non lo so ma diciamo alti e bassi”

  • Solo una minoranza, intorno al 15%, dichiara di aver avuto una lieve crescita o comunque essersi attestata sugli stessi livelli dell’anno precedente

(D) Che propositi hai per il prossimo anno, partire da da settembre, per la tua Impresa?

  • Oltre il 73% risponde sostanzialmente speranzoso di “Avere una maggiore stabilità economica”

(D) Più nello specifico, come pensi di poter raggiungere i tuoi nuovi propositi?

  • A questa domanda, per il prossimo anno, le risposte sono state per ben il 28% di “fare qualcosa nell’ambito digitale”.

Ma fare qualcosa nel digitale è come dire “quest’estate voglio andare in vacanza in Europa”. Sì, ma in Europa dove? L’Europa è grande. Mare, montagna, città, borgo, sud, nord, isole? Il digitale è un universo, e senza bussola ci si perde anche solo in mare. Adwords, Analytics, Bot, Sem, Seo, Dem, Pixel, Tag…: insomma, non è una passeggiata.

  • Ma un po’ tutti gli intervistati rispondono in oltre il 50% dei casi “Non lo so”.

Insomma se la direzione è più o meno la stessa per tutti il mezzo per arrivarci è il vero problema della Piccola Impresa.

Prolution e le ferie

Sondaggio 2018 di Prolution group

(D) Le ferie estive per una Piccola Impresa che cosa rappresentano?

  • oltre l’80% risponde “un momento meritato per staccare letteralmente la spina da tutto lo stress accumulato nell’anno”

(D) Le ferie possono rappresentare un momento per te per avere delle nuove idee per il nuovo anno?

  • oltre l’68% ha risposto di si e conferma è nei periodi di stop che vengono le migliori idee.

(D) Se durante l’anno ti volessi fermare per pianificare un piano per l’anno quando lo faresti?

  • Oltre il 90% ha indicato in settembre e gennaio, cioè al ritorno dalle ferie

Insomma emerge chiaramente la consapevolezza ovvia per un po’ tutte le Piccole Imprese che è più facile mettere apposto e perfezionare la propria “auto” quando è “ferma” piuttosto che in autostrada, ovvero quando durante l’anno fra clienti, fornitori, tasse e personale si è schiavi della frenesia e della routine.

Ultima domanda: Hai quindi già in mente l’idea di sfruttare il rientro per pianificare il nuovo anno?

  • La risposta più agghiacciante è stata “No”, con ben il 90%!

Analisi del risultato

Se da una parte staccare la spina, come un po’ per tutt,i rappresenta un modo per ossigenare la mente e riacquisire una maggiore lucidità e dall’altra il ritorno dalle ferie è l’occasione per pianificare nuove strategie, il dato che emerge è che, quasi intrappolati in una abitudine ormai consolidata, la Piccola Impresa persiste spesso nel voler “navigare” senza alcuna “rotta precisa”.

A proposito di mare e di estate Seneca diceva: “Nessun vento è favorevole per il marinaio che non sa dove deve andare”. Prolution consiglia pertanto vivamente di progettare in modo chiaro il percorso della propria azienda, per non perdere la bussola tutte le volte che la via del suo sviluppo sembra apparire poco chiara. La programmazione è fondamentale per uno sviluppo ragionato delle piccole e medie imprese: “Occorre una bussola, degli obiettivi da perseguire”, dichiarano due esperti del settore del marketing di Prolution.

Commenti Facebook


2019 © Osservatorio-opg.it - All rights reserved.